UNO SGUARDO VERSO LA MEDITAZIONE

Quando si vuole prendere una scelta nella vita, approfondire qualche argomento nella quale si è già tirati in causa o semplicemente informarsi è bene comprendere e chiarire fin dall’inizio quale strada si sta intraprendendo o quale informazione si sta acquisendo. Per far si che questo accada è meglio formare un’idea base ben chiara sulla quale andremo a far crescere a seconda di quella credenza o semplice informazione la nostra persona e il nostro stile di vita;

COS’é LA MEDITAZIONE?

Lo scopo ultimo della meditazione è quello di ottenere padronanza del proprio essere in tutte le sue forme (spirito,corpo, mente) in modo da essere padroni della propria esistenza e non schiavi. Oggi giorno le nostre menti sono troppo affollate dalla carriera, dai desideri, da falsi ideali e falsi stili di vita, dall’oppressione sociale, dalle esigenze di massa ecc… così facendo non diamo più importanza a ciò che in principio è l’essere umano: natura (istinto, bisogni primari, emozioni…), coscienza globale e socializzazione, ma sopratutto a parere personale il compito principale dell’essere umano, siccome dotato di una coscenza molto sviluppata, sarebbe quello di mediatore e facilitatore verso il continuo processo di evoluzione universale, insomma dovremmo assicurarci di mantenere un equilibrio nel mondo per poter progredire in quel che è l’evoluzione dell’UNO; ma non perdiamoci in questo argomento, torniamo a noi. Il termine meditazione discende dal latino ”mederi” che tradotto vuoldire ”curare, curarsi di qualche cosa”, questa traduzione ci mette in luce che attraverso la meditazione possiamo andare alla radice di alcuni nostri problemi e curarci da essi. Come ben si sà la meditazione è una pratica antichissima che ci permette di connetterci con la parte più profonda di noi, chiamatasi: il Sè. Siccome questo concetto nasce da radici totalmente differenti dalle radici occidentali e soprattutto rispetto quelle italiane, possiamo ben capire che per un occidentale sarà bene complesso raggiungere o meditare come un orientale, poichè, giusto appunto hanno radici completamente differenti, ciò vuoldire che quando un occidentale si avvicina alla meditazione dovrà utilizzare tecniche in simbiosi con le sue radici, in modo da poter stanare i suoi problemi e raggiungere la sua pace e non una idealizzazione d’illuminazione totalmente differente dal proprio pensiero, perché questo porterebbe a un’incompresione per il cervello. Detto questo lo scopo della meditazione è riuscire a concentrarsi sul proprio flusso di pensieri, osservarli, e lasciarli fluire, questo permetterà, nel tempo, di riuscire a governarli e di non viaggiare con essi nell’arco temporale passato-futuro, ma ben si di rimanere ancorati alla realtà, al presente, al cosidetto ”qui ed ora”. Questa presenza al presente ci permetterà di godere più della vita, di non aver dolori attaccati al passato o preoccupazioni attaccate al futuro,di rimanere qui e prendere le decisioni e vivere proprio quel che ci sta accadendo ORA!
Vediamo insieme alcuni benefici (approvati anche oggi dalla scienza) della meditazione.

BENEFICI DEL MEDITARE

Ormai i benefici della meditazione sono stati affermati scientificamente: meditare fa bene alla psiche, alla salute e al corpo. Se si pratica con costanza, gli effetti positivi di questa disciplina arriveranno in noi in tempi brevi; vediamo quali sono. Meditare aiuta a combattere stati d’ansia e depressione; 30 minuti al giorno basterebbero per ottenere risultati nella cura di questi stati, evitando così di prendere antidepressivi o altre tipologie di farmaci. Dopo 8 settimane, circa, di meditazione potremmo ottenere ottimi risultati sulla concetrazione e sulla memoria, migliorando anche la lucidità, l’empatia e le funzioni celebrali. Meditare allevia lo stress e aumenta la resistenza contro di esso.

Precedente I SOMATOTIPI Successivo I benefici di stare in natura