I SOMATOTIPI

Quando si vuole prendere una scelta nella vita, approfondire qualche argomento nella quale si è già tirati in causa o semplicemente informarsi è bene comprendere e chiarire fin dall’inizio quale strada si sta intraprendendo o quale informazione si sta acquisendo. Per far si che questo accada è meglio formare un’idea base ben chiara sulla quale andremo a far crescere a seconda di quella credenza o semplice informazione la nostra persona e il nostro stile di vita;

e tu, che tipo di fisico hai?

I somatotipi sono tipologie di fisicità che comprendono determinate caratteristiche fisiche. Oggi parleremo proprio dei somatotipi e di come ogni somatotipo si dovrebbe nutrire e allenamenare rispettando il proprio corpo a 360 gradi.

Esistono 3 tipi di somatotipi:

  • ectomorfo
  • mesomorfo
  • endomorfo

  • Pur se grazie ai geni ognuno di noi è diverso, ci sono delle caratteristiche fisiche in comune che vengono dette biotipi; la biotipologia è un ramo della medicina che si occupa di studiare i vari tipi di fisici determinando le caratteristiche morfologiche e funzionali. E’ bene sapere che essere un somatotipo puro è molto difficile, molto spesso si tende ad avere 2 tipologie di somatotipi nella propria fisicità, è fondamentale esserne consapevoli e riconoscere di quale tipi, o tipo facciamo parte, giusto appunto per capire come allenarci, nutrirci e vivere in salute.
Immagine di
Spas srl

GLI ECTOMORFI

Analizziamo il primo tipo di somatotipo, gli ectomorfi. Gli ectomorfi hanno una struttura ossea molto esile, si possono riconoscere dalle gambe, bacino e spalle molto secche e spesso presentano un viso scavato pur se totalmente in salute; hanno un metabolismo basale molto rapido e difficilmente metto su peso sia per quanto riguarda al grasso, sia per quanto riguarda alla massa muscolare. Presentano una bassa quantità di grasso corporeo dovuto all’agente chiamato ”HARDGAINER”, si tratta di un tipo di stress ”adrenalinico” che rispetto allo stress che aumentano i livello cortisolo e che di solito portano ad ingrassare, questo tipo di stress ha l’effetto opposto cioé quello di bruciare sia grassi che la massa muscolare. Analizzati in breve si può comprendere che i problema principale per l’ectomorfo è la predisposizione per mettere massa muscolare, per cui si può affermare che questo somatotipo ha un catabolismo muscolare molto sviluppato.

Piccoli consigli per gli ectomorfi, per raggiungere buoni risultati fisici e tenersi in salute:

  • consumare un buon apporto di carboidrati poiché l’adrenalina consuma parecchio glicogeno
  • controllare e cercare di ridurre al minimo le fonti di stress nel quotidiano
  • fare allenamenti di brevi durate e intensi
  • assumere integratori alimentari anticatabolici

GLI ENDOMORFI

La seconda morfologia fisica che analizzeremo sono gli endomorfi. La loro struttura corporea è molto massiccia, solitamente ricoperta da un’alta percentuale di grasso corporeo; presentano una forma fisica cosidetta ”a pera”, spalle strette e fianchi e gabbia toracica larga, faticano a definirsi e spesso la loro muscolatura, se presente, è appunto ricoperta dallo strato di grasso. Hanno un metabolismo solitamente molto lento, per questo faticano e perdere peso, inoltre per questo tipo di persone si sconsiglia una dieta ipocalorica poiché avendo già un metabolismo lento andrebbro ancora di più a decellerarlo. Reggono molto di più lo stress rispetto agli ectomorfi, il problema sta nella risposta allo stress che è di tipo cortisolemico e questo tipo di stress tende a farlo ingrassare. Uno tra gli aspetti positivi di questo somatotipo è senz’altro la facilità a mettere una buona massa muscolare. Il problema principale per un endomorfo è quindi la facilità a ingrassare e ”spocare” la massa muscolare, ma tranquilli, andiamo a vedere come risolvere il problema.


Piccoli consigli per gli endomorfi, per raggiungere buoni risultati fisici e tenersi in salute:

  • dieta a base di proteine (es: pesce azzurro che è ricco di selenio e iodio, minerali che incrementano il mentabolismo e l’attività della tiroide) e verdure; evitare troppi carboidrati siccome si ha una scarsa tolleranza dei glucidi
  • assumere integratori alimentari che hanno come effetto la diminuzione degli agenti estrogeni
  • svolgere poco allenamento anaerobico e concentrarsi molto di più sulle attività aerobiche

I MESOMORFI

Si dice che i mesomorfi siano i più fortunati, per quanto riguarda appunto la fisicità. Riescono a mettere e togliere massa muscolare e grasso con molta facilità, seguendo semplicemente un’adeguata alimentazione. Fisicamete predisposti per l’attività fisica, presentano il prototipo di fisico atletico, spalle larghe e fianchi stretti. Presentano un’alto livello di tolleranza allo stress e riescono a effettuare allenamenti molto intensi. In pratica stanno in mezzo tra gli ectomorfi e gli endomorfi, può essere un vantaggio, ma anche uno svantaggio, poiché se non dovessero seguire un certo tipo di alimentazione e di allenamento fisico potrebbero riscontrare i problemi di entrambi i somatotipi.


Ecco alcuni consigli per i mesomorfi, per raggiungere buoni risultati fisici e tenersi in salute:

  • controllare il consumo di carboidrati
  • prediligere un’alimentazione normo proteica e normo calorica
  • svolgere allenamenti per il 60% aerobici e il 40% anaerobici per mantenersi in forma ed ottenere una buona forma fisica senza aumentare troppo il peso corporeo

Come per ogni articolo da me pubblicato, ricordo che queste sono piccole introduzioni a enormi mondi in cui lo studio e le competenze di esperti come nutrizionisti, medici, personal trainer, sono fondamentali; per questo consiglio di consultare sempre professionisti, specializzati nel settore.

Precedente Torniamo in forma? Ecco un piano d'allenamento per te! Successivo UNO SGUARDO VERSO LA MEDITAZIONE