I benefici di stare in natura

Quando si vuole prendere una scelta nella vita, approfondire qualche argomento nella quale si è già tirati in causa o semplicemente informarsi è bene comprendere e chiarire fin dall’inizio quale strada si sta intraprendendo o quale informazione si sta acquisendo. Per far si che questo accada è meglio formare un’idea base ben chiara sulla quale andremo a far crescere a seconda di quella credenza o semplice informazione la nostra persona e il nostro stile di vita;

Ai giorni nostri trascorriamo le giornate completamente immersi nella tecnologia. Non ci accorgiamo quanto del nostro tempo abitudinariamente passiamo davanti a uno schermo, sia che per un motivo che per un altro, alla fine troviamo sempre la scusa per non uscire un pò all’aria aperta, godere della natura e dei suoi benefici. Oggi vi illustrerò 10 effetti benefici che la natura dona al nostro corpo, alla nostra mente e naturalmente anche al nostro spirito, al fine di convincervi di trascorrere un pò più di tempo lontani da internet.

I 10 benefici

  1. Riduzione dello stress
    Stare in natura aiuta a ridurre lo stress fisico e psicologico. Solitamente i giapponesi amano fare lunghe passeggiate immersi nelle foreste, questa pratica vieni chiamata Shinrin-yoku che tradotta vuoldire ”bagno nella foresta”; secondo alcuni studi a riguardo, fatti da un gruppo di ricercatori giapponesi, questa attività porta ad una forte riduzione di stati come ansia e depressione con conseguenza di una notevole riduzione dello stress ed una maggiore vitalità.
  2. Migliora la memoria
    Presso l’università del Michigan, Marc G. Berman e i suoi collaboratori hanno testato gli effetti che hanno i paesaggi naturali sulle funzioni cognitive; il test consisteva nel ripetere delle sequenze di numeri in maniera inversa, dopo di che i partecipanti uscivano a fare una passeggiata, un gruppo camminava in città e un altro gruppo in un bosco. Una volta tornati il laboratorio facevano ripetere il test ad entrambi le categorie, il risultato fu che le abilità di memoria delle persone che camminarono nel bosco aumentarono del 20% rispetto al gruppo di persone che camminò nella città.
  3. Aumenta l’energia vitale
    Stare chiusi in casa per lunghi periodi, ci rende spenti, piatti e soprattutto tristi, le persone che tendono a trascorrere molto tempo in casa, hanno un maggior rischio di soffrire di stati di depressione. La natura invece aumenta le nostre energie vitali rendendoci persone molto più attive, più felici e di conseguenza più in salute. Quindi quando ci sentiremo stanchi, spossati, stressati, o semplicemente nervosi ci basterà uscire un po’ all’aria aperta e lasciare fare alla natura.
  4. Migliora i sintomi di demenza
    Come trattato sopra, la natura porta benessere al nostro stato psico-fisico, rilassandoci e portando le nostre emozioni in uno stato di tranquillità; questi due stadi aiutano a risvegliare ricordi di gioia, così facendo avremo un rilascio di endorfine che stimolano stati come felicità creatività ed entusiasmo. Questa scoperta ha aiutato nella ricerca della cura contro alcune malattia come la demenza, poiché il paziente se tenuto in queste condizioni di benessere può aiutare il suo organismo e le sue funzioni celebrali a migliorare, tenendo il suo corpo lontano da farmaci, potrà evitare l’intossicazione da farmaco; questa cura terapeutica si sta diffondendo molto lentamente nei nostri istituti, poiché lontano dalle nostre credenze occidentali, in oriente invece tecniche come la naturo-terapia vengono ormai utilizzati da secoli.
  5. Aumenta la creatività
    Secondo alcuni studi è stato provato che stare a contatto con la natura, senza tecnologia per un periodo di soli 4 giorni aumenta la creatività di un individuo del ben 50%. Questo avviene grazie alla presenza di suoni dolci, morbidi presenti in natura permettono al sistema attentivo esecutivo di utilizzare pienamente le sue funzioni.
  6. Aumento dell’autostima
    Qualsiasi attività svolta all’aria aperta, anche solo per 5 minuti ha effetti sorprendenti sul nostro apparato e tra questi effetti benefici si ha anche l’aumento dell’autostima.
  7. Supporto per le funzioni celebrali
    I paesaggi naturali aiutano diverse aree del cervello ad entrare in sincronia tra loro, ottimizzando le loro capacità esecutive e funzionali in qualsiasi tipo di lavoro; al contrario invece avviene con ambienti costruiti dall’uomo.
  8. Aumento del senso di appartenenza
    Stare a contatto con la natura aumenta nell’uomo il suo senso di appartenenza al mondo, poiché questo contatto rafforza i legami con la terra, amplificando dentro noi anche il senso di bellezza, di equilibrio, di curiosità, dell’arte e dei colori.
  9. Miglioramento dei sintomi di ADHD
    Oggi giorno molti bambini soffrono di disattenzione e iperattività (e non solo i bambini), è stato dimostrato però che trascorrendo più tempo all’aria aperta aiuta a queste persone a diminuire i sintomi, a bilanciarsi e migliorare la concentrazione.
  10. Maggior salute mentale
    Grazie all’insieme di tutti i benefici qui sopra elencati, uno dei risultati più sorprendenti che otterrete nel trascorrere del tempo nel mezzo della natura, sarà la vostra salute mentale, che sarà più limpida nel pensare, più rilassata nel vivere, più attenta nel rispondere, più positiva nel formulare pensieri.
Precedente UNO SGUARDO VERSO LA MEDITAZIONE Successivo LA MUSICA E' MEDICINA